L’ASEAN guida del commercio globale

0

Tra il 2021 e il 2026 il Sud-Est asiatico sembra destinata a essere la regione con la più forte crescita di esportazioni al mondo

Tutti gli indicatori confermano: il motore della crescita dei prossimi anni sarà sempre di più il Sud-Est asiatico. Secondo il rapporto Trade Growth Atlas del fornitore di logistica globale DHL, il blocco dei Paesi ASEAN dovrebbe infatti guidare il mondo in termini di crescita delle esportazioni dal 2021 al 2026. Alle spalle della regione del Sud-Est si dovrebbero affermare Asia meridionale e centrale. Si prevede che l’ASEAN registrerà una crescita del volume delle esportazioni del 5,6% nel quinquennio, seguita dall’Asia meridionale e centrale con il 5% e dall’Africa sub-sahariana con il 4,4%, con la prosecuzione della riscrittura degli equilibri commerciali globali. Il Sud-Est asiatico e l’Asia meridionale e centrale sono dunque destinati a essere sempre di più “nuovi poli” di crescita del commercio. In primissimo piano Vietnam e Filippine, che hanno stime di crescita del PIL e delle esportazioni elevatissime nei prossimi anni, anche grazie alla diversificazione della produzione e delle catene di approvvigionamento globali. Sempre più colossi internazionali, a partire da quelli tecnologici e digitali, stanno rafforzando la loro presenza in una regione dove la classe media è in costante ampliamento.

Secondo la ricerca DHL, per altro, la pandemia non rappresenterà una battuta d’arresto tanto grave come previsto inizialmente per il commercio globale. E anche nonostante la guerra tra Russia e Ucraina, le recenti previsioni indicano che nel 2022 e 2023 il commercio globale dovrebbe crescere leggermente più veloce rispetto ai dati degli anni pre pandemici. Il tutto anche grazie all’impennata delle vendite dell’e-commerce, la cui crescita transfrontaliera dovrebbe proseguire. Le vendite globali potrebbero raggiungere il trilione di dollari nel 2030, rispetto ai 300 miliardi di dollari del 2020. E anche su questo fronte l’ASEAN può giocare un ruolo fondamentale, visto il netto aumento del settore nella regione. Il Sud-Est asiatico sta diventando un esportatore sempre più importante di beni strumentali sofisticati, come attrezzature industriali e motori. Insomma, la crescita non è solo quantitativa ma anche qualitativa.

Membri attivi di recente
Foto del profilo di Alessio
Foto del profilo di Gabriel
Foto del profilo di Lorenzo
Foto del profilo di Alessandro
Foto del profilo di Cristina
Foto del profilo di Rocco
Foto del profilo di Clara Lomonaco
Foto del profilo di Redazione
Foto del profilo di Davide Gugliuzza
Foto del profilo di Anna Affranio
Foto del profilo di Ilaria Canali
Foto del profilo di Nicolò
Foto del profilo di Angelo Cangero
Foto del profilo di Lorenzo Farrugio
Foto del profilo di Francesco Brusaporco
Chi è Online
Al momento non ci sono utenti online
Membri