High Level Meeting: i semi di un futuro condiviso

0

Si è svolto con successo il “vertice” tra top manager pubblici e privati dei Paesi ASEAN, Italia ed Emirati Arabi Uniti presso il Padiglione Italia di Expo Dubai 2020

Giovedì 9 dicembre si è svolto l’High Level Meeting, “A Partnership for Success in Asia, The Gulf and Europe”, organizzato dal Commissariato dell’Italia a Expo 2020 Dubai in collaborazione con l’Associazione Italia-ASEAN e la Camera di Commercio di Dubai.

Il “vertice” è stato aperto dall’intervento di Romano Prodi, Presidente dell’Associazione Italia-ASEAN ed ex Presidente della Commissione Europea, e da Lim Jock Hoi, Segretario Generale ASEAN e ha avuto l’obiettivo di definire modelli innovativi per il rilancio dell’economia dopo l’emergenza sanitaria attraverso collaborazioni multilaterali tra Paesi che svolgono un ruolo strategico nell’area del Mondo – dal Mediterraneo all’Asia passando per il Golfo – dove si avranno nei prossimi anni i tassi di maggiore crescita economica, tecnologica e finanziaria, ma anche le maggiori problematiche relative ai cambiamenti climatici, alla transizione energetica  e alla sostenibilità sociale. “L’Italia vuole approfondire la collaborazione già forte con l’ASEAN”, ha dichiarato Prodi. “Dopo la pandemia la sostenibilità non è più solo retorica ma è diventato un obiettivo strategico”, ha detto il Presidente dell’Associazione Italia-ASEAN: “Con la sostenibilità ambientale siamo chiamati a preservare anche la sostenibilità sociale. La pandemia non sarà la fine della globalizzazione, ma una sua profonda correzione. E dobbiamo farci trovare pronti”.

Lim Jock Hoi ha evidenziato la forza del legame tra Italia e ASEAN citando in particolare il settore dell’economia circolare, e ha sottolineato la traiettoria di sviluppo della regione, che deve però “trovare un modo più sostenibile di produzione e consumo” basato su uno sviluppo “più sicuro e più verde”. Sono poi intervenuti anche Jamal Saif Al Jarwan, Segretario Generale dello UAE International Investors Council, e Amedeo Scarpa, Direttore dell’Ufficio ICE di Dubai. L’evento si è poi sviluppato con tre gruppi di lavoro paralleli dedicati a: tecnologie e finanze per la sostenibilità, energie rinnovabili e agricoltura sostenibile.

Al termine hanno tracciato un bilancio i due Vicepresidenti dell’Associazione Italia-ASEAN. “Si è trattato di un meeting molto produttivo durante il quale sono stati stabiliti rapporti bilaterali e trilaterali. Con questo evento abbiamo aperto nuovi collegamenti utili a sviluppare follow up”, ha spiegato l’Ambasciatore Michelangelo Pipan. “La partecipazione è stata fantastica”, ha detto invece Romeo Orlandi. “Tutti concordano che bisogna andare verso le rinnovabili, ma come farlo? Abbiamo cercato di dare qualche risposta su eolico, solare e altri tipi di energia. Le conclusioni sono promettenti e tutte le parti coinvolte resteranno in contatto dopo questo evento”. Il Presidente Prodi ha tirato le somme: “Competenza, cultura e cuore. Siamo all’inizio di un processo di fertilizzazione per sviluppare le idee e le proposte che sono state messe sul tavolo durante questo incontro”.

Membri attivi di recente
Foto del profilo di Gabriel
Foto del profilo di Cristina
Foto del profilo di Lorenzo
Foto del profilo di Rocco
Foto del profilo di Clara Lomonaco
Foto del profilo di Redazione
Foto del profilo di Davide Gugliuzza
Foto del profilo di Anna Affranio
Foto del profilo di Ilaria Canali
Foto del profilo di Nicolò
Foto del profilo di Angelo Cangero
Foto del profilo di Lorenzo Farrugio
Foto del profilo di Francesco Brusaporco
Foto del profilo di Alessandro
Foto del profilo di Vincenzo
Chi è Online
Al momento non ci sono utenti online
Membri