ASEAN e Giappone uniti per la sostenibilità

0

I Paesi del Sud-Est asiatico rafforzano la cooperazione in materia di ambiente e innovazione tecnologica. Uno sviluppo molto importante

Di Walter Minutella

In un mondo che evolve rapidamente verso la sostenibilità e la sofisticazione tecnologica, l’ASEAN e il Giappone hanno intrapreso numerose iniziative collaborative mirate a promuovere la crescita economica, la sostenibilità ambientale e l’innovazione tecnologica. 

Durante una significativa visita a Hekinan City, nella Prefettura di Aichi, in Giappone, Dr. Kao Kim Hourn, Segretario Generale dell’ASEAN, ha esplorato la Centrale Termoelettrica di Hekinan e il sito di costruzione del Combustibile Termico a Base di Ammoniaca gestito dalla Japan’s Energy for a New Era, Inc. (JERA). Accompagnato dal Presidente e Direttore di JERA, Hisahide Okuda, Dr. Kao ha osservato da vicino i progetti innovativi della struttura, che includono una dimostrazione pionieristica mirata a raggiungere zero emissioni di carbonio attraverso la co-combustione di carbone e ammoniaca. Questa tecnologia potrebbe rendere la centrale di Hekinan la prima al mondo su larga scala a utilizzare questa soluzione, segnando un passo significativo verso la neutralità carbonica.

L’impegno dell’ASEAN a collaborare con il Giappone in tali iniziative verdi sottolinea una visione condivisa per un futuro sostenibile. Diversificare le fonti di energia per includere l’ammoniaca e l’idrogeno è un componente critico di questa strategia, riflettendo un sforzo concertato per ridurre le impronte di carbonio garantendo al contempo forniture elettriche stabili a regioni come Chubu e oltre.

La strategia proposta da Giappone e ASEAN si concentra su diverse aree chiave per rafforzare la loro competitività nel mercato dei veicoli elettrici. Innanzitutto, un impegno significativo viene dedicato alla formazione del personale, con il Giappone che intende stanziare 140 miliardi di yen (circa 900 milioni di dollari) per migliorare le competenze tecniche dei lavoratori nelle tecnologie digitali presso fabbriche e fornitori di componenti. Questo investimento mira a potenziare l’efficienza e la qualità della forza lavoro, contribuendo alla sostenibilità della produzione.

Un’altra area fondamentale della strategia è la decarbonizzazione della produzione. Utilizzando tecnologie giapponesi avanzate, verranno misurate le emissioni di anidride carbonica e promosse soluzioni per il passaggio a fonti di energia rinnovabile nei processi produttivi. Questa iniziativa è in linea con gli sforzi globali per mitigare il cambiamento climatico e ridurre l’impronta di carbonio industriale.

L’approvvigionamento di risorse minerali essenziali per le batterie dei veicoli elettrici è un altro pilastro della strategia. Gli sforzi congiunti si concentreranno sull’ottenimento di materiali rari e sulla ricerca di metodi di riciclaggio, garantendo così un approvvigionamento stabile e sostenibile di componenti cruciali.

Allo stesso modo, anche gli investimenti in campi di nuova generazione, come i biocarburanti, rappresentano un’ulteriore area di interesse. Particolare attenzione verrà rivolta allo sviluppo di biocarburanti derivati da olio da cucina usato, un’iniziativa che non solo diversifica le fonti di energia ma supporta anche la trasformazione dei rifiuti in risorse energetiche.

Infine, una campagna di informazione globale è prevista per sensibilizzare i consumatori sulle caratteristiche ecologiche dei veicoli prodotti nell’ASEAN. Questo sforzo mira a incrementare le esportazioni facendo leva sull’attenzione dei consumatori internazionali verso pratiche e prodotti sostenibili.

Nello stesso giorno, Dr. Kao ha visitato le strutture all’avanguardia della DENSO Corporation ad Aniyo City, in Giappone. Questa visita è stata fondamentale per mostrare i recenti progressi di DENSO nella tecnologia dei veicoli elettrici, nei sistemi di guida autonoma e nelle pratiche di produzione sostenibile. La visita ha evidenziato il potenziale per la collaborazione tra ASEAN e Giappone nell’affrontare le sfide in evoluzione dell’industria automobilistica, in particolare per quanto riguarda la sostenibilità ambientale e l’innovazione tecnologica.

Durante la visita, si sono svolte discussioni sulle potenziali partnership e collaborazioni mirate a migliorare la sostenibilità e i progressi tecnologici del settore automobilistico. Questo si allinea con le iniziative più ampie ASEAN-Giappone per promuovere soluzioni automobilistiche più verdi ed efficienti di fronte alle crescenti preoccupazioni ambientali.

L’urgenza di questa strategia congiunta nasce anche dalla rapida espansione dei produttori di veicoli elettrici cinesi nel Sud-est asiatico, che guadagnano rapidamente terreno. Di conseguenza, Giappone e ASEAN stanno sviluppando una strategia comune per rafforzare la loro competitività per riuscire a contrastare il dominio cinese del settore attraverso una collaborazione rafforzata nella produzione e nella vendita di automobili nella regione.

Ad esempio, sussidi e agevolazioni fiscali in Thailandia hanno permesso a compagnie cinesi come BYD di dominare il mercato, con l’85% degli EV venduti in Thailandia lo scorso anno di produzione cinese. La strategia congiunta tra ASEAN e Giappone punta a riconquistare quote di mercato sfruttando il know-how tecnologico giapponese e le capacità produttive dei paesi ASEAN.

Attualmente, l’ASEAN ospita impianti di produzione di numerosi grandi produttori di automobili giapponesi, tra cui Toyota Motor e Honda Motor. Questi produttori assemblano oltre tre milioni di veicoli all’anno nei paesi ASEAN, rappresentando l’80% della produzione automobilistica totale della regione. La strategia congiunta proposta dovrebbe essere formalizzata durante il prossimo incontro tra i ministri economici di Giappone e ASEAN a settembre.

Oltre ai legami economici, programmi educativi, eventi culturali e la popolarità dell’intrattenimento giapponese hanno favorito connessioni interpersonali più profonde. Le imprese giapponesi assumono sempre più talenti del Sud-est asiatico, riflettendo una relazione più integrata e reciprocamente vantaggiosa.

Negli ultimi anni, ASEAN e Giappone hanno collaborato su iniziative di stabilità regionale e integrazione economica, come l’Accordo Globale e Progressivo per il Partenariato Trans-Pacifico (CPTPP) e il Partenariato Economico Regionale Globale (RCEP). L’approccio discreto e consensuale del Giappone alla diplomazia ha facilitato queste collaborazioni, assicurando che gli interessi delle nazioni del Sud-Est asiatico siano adeguatamente rappresentati. 

La partnership ASEAN-Giappone è una testimonianza del potere della collaborazione nell’affrontare le sfide globali. Dai progetti pionieristici per la neutralità carbonica al contrasto del dominio dei veicoli elettrici cinesi, questa alleanza è pronta a guidare significativi progressi nella sostenibilità e nell’innovazione tecnologica. Continuando a investire nell’istruzione, nella crescita reciproca e nella stabilità regionale, ASEAN e Giappone possono forgiare un futuro economicamente prospero, ecologicamente sostenibile e tecnologicamente avanzato.

Membri attivi di recente
Foto del profilo di Gabriel
Foto del profilo di Alessio
Foto del profilo di Monika
Foto del profilo di Lorenzo
Foto del profilo di Alessandro
Foto del profilo di Cristina
Foto del profilo di Rocco
Foto del profilo di Clara Lomonaco
Foto del profilo di Redazione
Foto del profilo di Davide Gugliuzza
Foto del profilo di Anna Affranio
Foto del profilo di Ilaria Canali
Foto del profilo di Nicolò
Foto del profilo di Angelo Cangero
Foto del profilo di Lorenzo Farrugio
Chi è Online
Al momento non ci sono utenti online
Membri