Gli interessi della Russia nei Paesi ASEAN

0

La Russia sta porgendo sempre più attenzione al Sud-est asiatico, intensificando la cooperazione con i paesi ASEAN su vari fronti.

Dal 2 al 4 dicembre 2021 si è svolta la prima esercitazione navale congiunta tra la Marina Russa e quella dei paesi dell’ASEAN, in acque indonesiane, lungo lo Stretto di Malacca, una delle rotte marittime più importanti del mondo. Per l’esercitazione Indonesia, Thailandia, Singapore, Vietnam, Malesia, Myanmar e Brunei hanno messo in campo le loro navi da guerra o i loro aerei militari, mentre le Filippine si sono limitate ad assistere all’esercitazione come osservatore virtuale. Questa è la prima esercitazione congiunta tra i paesi dell’ASEAN e la Russia. D’altra parte, singoli Stati come l’Indonesia nel 2020 e il Laos nel 2019 hanno già portato a termine esercitazioni militari con Mosca. Infatti, il legame tra Russia e alcuni Paesi dell’ASEAN in tema di difesa e sicurezza sembra essere piuttosto solido. Basandosi sui dati per il periodo dal 1999 al 2019 Mosca risulta essere la prima esportatrice di armi per i Paesi del Sud-Est asiatico; il 26% di tutte le importazioni di armi nei paesi ASEAN risultano fornite dalla Russia, mentre il 20% dagli Stati Uniti, secondo un report stilato dallo Stockholm International Peace Research Institute.

In generale, bisogna sottolineare che i Paesi dell’ASEAN hanno interesse ad avere un ampio portfolio di fornitori in modo da rimarcare la loro politica di non allineamento e per non rischiare di avere una cattiva relazione con altri stati fornitori. Connie Rahakundini Bakrie, un’analista militare indonesiana dell’Istituto di Studio sulla difesa e sicurezza, ha descritto l’esercitazione congiunta tra Mosca e i paesi dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est asiatico come un ulteriore segnale di non allineamento del blocco ASEAN. Infatti, durante gli anni questi Stati hanno cercato di costruire una politica per cui non debbano prendere né le parti della Cina, stato a cui sono legati da stretti legami economici, né le parti degli Stati Uniti, che sono sicuramente una garanzia contro qualunque possibile disputa data dal potere crescente di Pechino. Con l’eccezione di Laos, Cambogia e Myanmar, che sono molto più legati alla Cina, gli altri Paesi dell’ASEAN stanno tessendo dei forti legami con i paesi occidentali.

Questa politica estera dei Paesi ASEAN sembra far comodo anche alla Russia, la quale sta porgendo sempre più attenzione al Sud-Est asiatico, tanto che nel 2018 la relazione tra Mosca e i Paesi dell’ASEAN è passata ad essere definita come un “partenariato strategico”. Inoltre, il 28 ottobre 2021 si è tenuta in videoconferenza il quarto Summit ASEAN-Russia per festeggiare il trentesimo anniversario delle relazioni tra Mosca e i paesi dell’ASEAN. Questo summit ha avuto anche come risultato la stesura di documenti atti a sviluppare un piano di azione per implementare il loro partenariato strategico. Come affermato da Richard Heydarian, professore di Storia e Scienze Politiche presso l’Università Politecnica delle Filippine, la Russia molto probabilmente vede il Sud-Est asiatico come un terreno strategico per promuovere un ordine globale multipolare e non uni o bi-polare. Da un lato, infatti, Mosca vuole certamente compromettere lo status globale di cui godono gli Stati Uniti, ma questo ovviamente non significa che la Russia voglia lasciare libero spazio all’ascesa della Cina, lasciando che quest’ultima controlli delle regioni che ad ora si dichiarano non allineate, come il Sud-Est asiatico.

Lo stato appartenente all’ASEAN, a cui la Federazione Russa è più legata è sicuramente il Vietnam. L’amicizia tra i due paesi è stata anche dimostrata dalla visita del presidente del Vietnam Nguyễn Xuân Phúc in Russia dal 29 novembre al 2 dicembre 2021. I leader dei due Paesi durante questa visita hanno rilasciato una dichiarazione di visione congiunta sul partenariato strategico globale Vietnam-Russia fino al 2030 e inoltre hanno espresso il desiderio di voler incrementare la loro collaborazione in materia di sicurezza e di difesa ed inoltre di voler rafforzare i loro legami commerciali e di investimento. Il legame tra Hanoi e Mosca deriva soprattutto dalle affini vedute politiche dei due Paesi durante il periodo della guerra fredda. Il Vietnam, infatti, ha un’importanza strategica per la Russia poiché funge da ponte tra Mosca e il blocco ASEAN. Dall’altra parte, il Vietnam probabilmente spera che la Russia possa in qualche modo arginare le pretese della Cina nel Mar Cinese meridionale. Probabilmente però difficilmente Mosca sacrificherebbe i suoi rapporti con la Cina per il Vietnam.

Richard Heydarian, inoltre fa una considerazione molto interessante sui legami tra Russia e Paesi ASEAN. Mosca, infatti, ha un’altra fonte di attrazione per questi Paesi: l’ideologia. La politica che Putin rappresenta in realtà risulta molto attraente per alcuni leader del Sud-Est asiatico che non si riconoscono del tutto nei sistemi democratici degli Stati Uniti e dell’Unione Europea. In un certo senso la politica autoritaria, nazionalista e populista di Putin sembra esercitare una sorta di soft power su alcuni membri dell’ASEAN. Da ultimo, la Russia ha anche applicato la cosiddetta diplomazia dei vaccini su molti paesi del sud est asiatico. I Paesi ASEAN, infatti, hanno molto apprezzato l’intervento della Russia in risposta alla pandemia COVID-19, anche attraverso la distribuzione nell’area del vaccino “Sputnik V” e la formazione di esperti sanitari, invocando il rafforzamento degli impegni ASEAN-Russia per garantire l’effettiva attuazione delle strategie di ripresa post-pandemia.  

Membri attivi di recente
Foto del profilo di Cristina
Foto del profilo di Gabriel
Foto del profilo di Lorenzo
Foto del profilo di Rocco
Foto del profilo di Clara Lomonaco
Foto del profilo di Redazione
Foto del profilo di Davide Gugliuzza
Foto del profilo di Anna Affranio
Foto del profilo di Ilaria Canali
Foto del profilo di Nicolò
Foto del profilo di Angelo Cangero
Foto del profilo di Lorenzo Farrugio
Foto del profilo di Francesco Brusaporco
Foto del profilo di Alessandro
Foto del profilo di Vincenzo
Chi è Online
Al momento non ci sono utenti online
Membri