Singapore, il meglio deve ancora venire

0

Pubblichiamo qui uno stralcio del discorso di insediamento di Lawrence Wong, il nuovo Primo Ministro della città-stato

La giornata di oggi segna una pietra miliare significativa: un passaggio di testimone, non solo tra gruppi dirigenti, ma anche tra generazioni diverse. Sono il primo Primo Ministro di Singapore ad essere nato dopo l’indipendenza. Anche quasi tutti i miei colleghi del team sono nati dopo il 1965. La storia della mia generazione è la storia della Singapore indipendente. Le nostre vite testimoniano i valori che hanno forgiato la nostra nazione: Incorruttibilità, meritocrazia, multirazzialità, giustizia e uguaglianza. Questi principi sono profondamente radicati in tutti noi. Comprendiamo l’importanza vitale di una buona leadership, della stabilità politica e della pianificazione a lungo termine. Noi stessi siamo i beneficiari delle politiche fantasiose dei nostri padri fondatori, perseguite con determinazione e pazienza per decenni. Plasmati da queste esperienze, il nostro stile di leadership sarà diverso da quello delle generazioni precedenti. Guideremo a modo nostro. Continueremo a pensare con coraggio e a pensare lontano. Sappiamo che c’è ancora molto da fare, perché la storia della nostra isola-nazione continua a svolgersi. Ci sono ancora molte pagine da scrivere. E i capitoli più belli della nostra storia di Singapore ci aspettano. (…) La posizione di Singapore è forte. Ma il mondo intorno a noi è in continua evoluzione. Per trent’anni, dalla fine della Guerra Fredda, abbiamo goduto di una pace e di una stabilità senza precedenti nell’Asia Pacifica. Purtroppo, quell’epoca è finita. Le grandi potenze sono in competizione per dare forma a un nuovo ordine globale, ancora non definito. Dobbiamo prepararci a queste nuove realtà e adattarci a un mondo più disordinato, più rischioso. (…) Oggi Singapore si trova a un livello economico elevato rispetto alla maggior parte degli altri Paesi. Secondo gli standard internazionali, abbiamo costruito sistemi eccellenti di istruzione, alloggi, assistenza sanitaria e trasporti. Ma le circostanze stanno cambiando, la tecnologia avanza e la popolazione invecchia rapidamente. Non possiamo quindi permetterci di andare avanti a tentoni. Dobbiamo continuare a fare del nostro meglio per migliorare, aggiornare e trasformare Singapore. Sono convinto che possiamo e dobbiamo fare meglio. Come singaporiani, sappiamo tutti cosa significa superare le aspettative, andare oltre quello che gli altri pensano che siamo in grado di fare, o anche quello che noi stessi pensavamo di poter fare. Quando il gioco si fa duro, non crolliamo. Andiamo avanti, con fiducia nei nostri concittadini e nel futuro di Singapore.

Qui il discorso integrale

Membri attivi di recente
Foto del profilo di Gabriel
Foto del profilo di Alessio
Foto del profilo di Monika
Foto del profilo di Lorenzo
Foto del profilo di Alessandro
Foto del profilo di Cristina
Foto del profilo di Rocco
Foto del profilo di Clara Lomonaco
Foto del profilo di Redazione
Foto del profilo di Davide Gugliuzza
Foto del profilo di Anna Affranio
Foto del profilo di Ilaria Canali
Foto del profilo di Nicolò
Foto del profilo di Angelo Cangero
Foto del profilo di Lorenzo Farrugio
Chi è Online
Al momento non ci sono utenti online
Membri